Aborto: di chi è la responsabilità?